fbpx

Meditazione trascendentale

Storia della meditazione trascendentale

Bentornati su LivingDeepLife, oggi parleremo di meditazione trascendentale.

Se desideri rimanere aggiornato sulle nostre novità seguici su InstagramFacebookTwitterTumblrPinterest.

Puoi anche ricevere le notifiche dei nostri articoli sul nostro fantastico gruppo Telegram.

Esistono molti tipi di meditazione e molte ragioni per le quali le persone le si avvicinano. C’è chi cerca di trovare momenti di pace e di rilassamento, chi desidera migliorare la propria concentrazione, altri la conoscenza di se stesso. Alcuni la usano come ricerca di una conoscenza più profonda del mondo, proprio come sostengono molte filosofie e religioni antiche che rivestono di questo straordinario potere la pratica meditativa. La meditazione trascendentale è una delle tecniche più consigliate per chi è alle prime armi nel campo poiché è semplice.

Il verbo trascendere significa sorpassare un limite della realtà.

Ed è quello che si verifica durante la meditazione. La mente si tranquillizza e sorpassa il livello dei pensieri sperimentando la coscienza infinita dell’io interiore. Questo avviene perché durante la pratica la nostra mente resta sveglia e riesce a raggiungere dei pensieri sempre più sottili, fino ad arrivare alla sorgente del nostro pensiero. Coincide con lo stato di riposo, dove non c’è più traccia di elementi negativi come possono essere lo stress o la depressione. La mente è completamente quieta eppure estremamente vigile. E’ grazie a questa esperienza di tranquilla vigilanza che la mente e il corpo si rigenerano.

È stata creata in India e diffusa dal maestro Maharishi a partire dal 1958. Maharishi dopo aver conseguito una laurea in fisica decise di trascorrere 12 anni nella regione dell’Himilaya insieme al suo maestro per apprendere le basi della meditazione.

HIMALAYA - Viaggio nel Piccolo Tibet - Mappamundi Yoga

Egli stesso dichiarò che lo scopo di questa meditazione è di contrastare i campi elettromagnetici dei propri pensieri e aiutare la mente a riarmonizzarsi con sé stessa e con l’ambiente esterno. ll suo scopo finale è diminuire la confusione mentale data dai continui pensieri superflui e rumorosi. Questa tecnica non richiede particolari posizioni o rituali. Non richiede più di 20 minuti al giorno e non comporta il cambiamento delle nostre solite abitudini.

Tecnica

Il fulcro della meditazione trascendentale è il potere di guarigione che ha il nostro corpo, in modo naturale e innato. Questa forma meditativa si lega al pensiero secondo il quale il corpo ha delle doti di autoguarigione estremamente sviluppate. Questa forza è sopita e va risvegliata. La meditazione aiuta a raggiungere un maggiore stato di consapevolezza delle proprie capacità e a liberare questo potenziale. Normalmente la meditazione trascendentale viene eseguita la mattina appena svegli con lo scopo di tranquillizzare la mente prima di iniziare la giornata. Se non si riesce a farla al mattino è importante tenere a mente di praticarla prima dei pasti. La posizione da tenere è quella seduta, la schiena eretta, gli occhi chiusi e la recitazione di un mantra.Prima di iniziare la seduta consiglio sempre di leggere l’articolo riguardo gli errori da non commettere nella meditazione. Ci sono molti mantra che puoi utilizzare per la tua meditazione trascendentale, uno dei quali è il mantra OM. Questi sono i passaggi da eseguire per praticare la meditazione trascendentale:

  1. Siediti su una sedia comoda con le mani in grembo. Lasciare le gambe e le braccia a riposo.
  2. Chiudi gli occhi e fai dei respiri profondi per rilassarti.
  3. Scegliere il mantra che più preferisci e che più ti aiuta a rilassarti e concentrarti.
  4. Quando sei interrotto da pensieri o ricordi, riporta la tua attenzione sul mantra.
  5. Una volta che raggiungi un buon livello di concentrazione, prova a focalizzare tutta la tua attenzione all’altezza del terzo occhio si trova in mezzo alla le sopracciglia.
  6. Passati 20 minuti, muovi lentamente le dita delle mani e dei piedi per uscire dalla meditazione.
  7. Resta seduto fino a quando non ti senti pronto per continuare la giornata. 

I benefici della meditazione trascendentale

I benefici sono svariati, dalla riduzione di stress e ansia, al miglioramento della qualità del sonno, l’abbassamento della pressione sanguigna, un maggiore senso di chiarezza e produttività. Si verificano anche riduzione del cortisolo (l’ormone dello stress) ed il miglioramento delle funzioni cerebrali. Come vedi i benefici toccano sia la salute mentale, permettendoti di avere più sicurezza nei rapporti che hai giornalmente con gli altri, sia in parti del corpo specifiche, aiutandoti così ad allontanare o a prevenire malattie. Solo mantenendo la costanza potrai vedere i vantaggi di questa tecnica.

Conisgliamo caldamente di leggere e di andare più a fondo quando troviamo un argomento che ci interessa. Se questo articolo ti ha fatto venire voglia di saperne di più riguardo alla meditazione trascendentale ti consglio di leggere questo libro. È un ottimo libro che aiuta anche in maniera dettagliata a mettere in pratica.

CLICCA QUI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: