La meditazione Yoga Nidra ASMR

Bentornati su LivingDeepLife, oggi parleremo della meditazione Yoga Nidra.

Se desideri rimanere aggiornato sulle nostre novità seguici su Instagram, Facebook, Twitter, Tumblr, Pinterest.

Puoi anche ricevere le notifiche dei nostri articoli sul nostro fantastico gruppo Telegram.

La meditazione Yoga Nidra o Yoga del sonno, è una tecnica di origine tantrica adattata ai giorni nostri dallo Swami Satyananda Saraswati. Egli ha noto che nello stato di veglia che precede il sonno la mente diventa più ricettiva.

Se un esperto parla ad una persona è possibile raggiungere quello stato consapevolmente per poter così lavorare sugli aspetti della personalità.

Ci sono fasi precise da seguire, accompagnati dalla voce guida dell’istruttore.

Se sei interessato alle varie forme di yoga leggi il nostro articolo riguardo al Kryia yoga.

Yoga Nidra Asana | Yoga Nidra benefits: How to do it once or twice a week like PM Modi during coronavirus lockdown | Health Tips and News

Cosa sapere prima di praticare Yoga Nidra

Prima di praticare la meditazione Yoga Nidra è bene fare dello stretching e del riscaldamento generico. Senza di questo dopo qualche minuto il corpo si ribella con pruriti e formicolii e toglie l’attenzione dalla pratica.

Yoga Nidra: le fasi

1 IL SANKALPA: è lo scopo che si dà alla pratica. Possiamo chiedere a noi stessi di abbandonare qualche abitudine da cui vogliamo liberarci. Possiamo anche chiedere qualità che possono aiutarci a vivere meglio. E’ come piantare un seme nel subconscio. Solo la pratica lo farà germogliare tramite la manifestazione. Da recitare all’inizio e alla fine della pratica.

2 LA ROTAZIONE DELLA COSCIENZA: la voce guida accompagna l’attenzione dei praticanti in diverse parti del corpo. Bisogna lasciar correre l’attenzione nelle diverse parti del corpo nominate. In questo modo il corpo lascia andare le tensioni. Può capitare di addormentarsi. Lo scopo è riuscire a vivere coscientemente lo stato che precede il sonno.

3 RISVEGLIO DI SENSAZIONI OPPOSTE: si cerca di provare il più possibile le sensazioni totalmente opposte come la leggerezza e la pesantezza, il piacere e il dolore. Questo armonizza gli emisferi del cervello. Aiuta anche a rilasciare le tensioni emozionali.

  • VISUALIZZAZIONI: è l’ultimo livello dello Yoga Nidra. La visualizzazione può essere esterna o interna al nostro corpo, ma tutte inviano messaggi simbolici al subconscio. Conduce spesso a stati meditativi. Importante ricordare di non sforzare la mente e lasciar scorrere tutto.

 

Yoga Nidra benefici

Nel corso di questa rilassante pratica si è come addormentati, mentre a livello di coscienza si arriva ad uno stato di consapevolezza più profondo. Il praticante che percepisce un senso di relax. Ci sono moltissimi altri effetti positivi. 

Favorisce lo scioglimento di ogni tensione muscolare che rappresenta nella maggior parte dei casi un diretto riflesso di stress. La meditazione Yoga Nidra, infatti, agisce sia sulla muscolatura che sul sistema nervoso ed endocrino. Con un’ora di pratica si è in grado di rigenerare fino a 4 ore di sonno. Uno dei maggiori benefici della meditazione Yoga Nidra, infatti, è il suo essere un rimedio naturale per chi ha difficoltà a dormire. Può accadere che il sistema nervoso sia stressato e che i muscoli siano contratti, percependo una sensazione di apprensione e stress.

Visti i suoi effetti benefici per chi ha difficoltà ad addormentarsi, si consiglia di praticare la meditazione Yoga Nidra per dormire in orario serale. Per chi non riesce la sera va bene sia la mattina che per il pomeriggio.

Qui sotto lasciamo un video che può aiutare chi vuole provare la tecnica in prima persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *