fbpx

I segreti della respirazione consapevole

Benefici respirazione 

Bentornati su LivingDeepLife, oggi parleremo dei benefeci della respirazione consapevole.

Se desideri rimanere aggiornato sulle nostre novità seguici su InstagramFacebookTwitterTumblrPinterest.

Puoi anche ricevere le notifiche dei nostri articoli sul nostro fantastico gruppo Telegram.

Voglio partire subito con una domanda. Hai mai osservato un bambino respirare? 

Se lo hai fatto avrai notato come il suo respiro sia regolare. Dal torace all’addome e viceversa, e che fluisce in funzione dell’energia necessaria in quel momento. È proprio con il respiro infatti che regoliamo la quantità di energia che produce il nostro corpo. Durante la crescita però quello che accade è che impari a usare il tuo respiro in modo innaturale. Adattandolo alle esigenze sociali e non più ai tuoi bisogni. Per esempio se ti viene detto che devi smettere di piangere, quello che fai è trattenere il respiro, bloccando il diaframma ed i vari muscoli respiratori. Se, invece, devi stare su un banco di scuola per diverse ore, dovrai fare in modo che il tuo respiro diventi più superficiale, altrimenti la quantità di energia prodotta dal tuo corpo non ti permetterà di stare fermo. 

Perché è così complicato respirare?

La difficoltà di ricominciare a respirare sta nel fatto che tutte le persone mettono in atto molte strategie per evitare di far circolare energia nel loro corpo.  Ad esempio non ti muovi abbastanza, fumi, mangi troppo o peggio ancora male. Lo fai, perchè sennò soffriresti, perchè se respiri, senti.

Che cosa provi?

Senti che se ti muovi non andrai bene, che se sei troppo energetico darai fastidio, che se ti arrabbi sei sbagliato, cattivo. Lo fai per paura di essere punito, deriso o giudicato. Quando abbatti i blocchi respiratori mediante tecniche opportune, quello che sperimenti immediatamente è una sensazione di energia incontenibile e di chiarezza mentale. Quest’energia è legata all’aumento di ossigeno disponibile nelle tue cellule. Molte tecniche di meditazione, come ad esempio Vipassana e Mindfulness, si basano sulla respirazione per riportare vitalità al corpo. Dagli anni ’40 il respiro è stato introdotto da Reich e poi da Lowen nella moderna psicoterapia, poiché essi avevano compreso il legame esistente tra l’energia corporea e quella psico-emotiva. Ritenevano che l’insieme dei blocchi emotivi andasse a creare una vera e propria corazza muscolare e che la rimozione di questi blocchi provocasse uno scioglimento delle tensioni anche a livello emozionale. Sperimentare queste tecniche con qualcuno più esperto accanto a te è fondamentale perché nel momento in cui sciogli i tuoi blocchi, potresti incorrere in emozioni negative che tornano a galla. 

Stress e respirazione

La relazione fra respirazione e stress è conosciuta da moltissimo tempo. Nelle culture orientali sono diverse le tecniche di respirazione impiegate per calmare corpo e spirito.

Nella filosofia buddhista ad esempio il controllo del respiro è alla base della meditazione che la caratterizza. Respirare non significa semplicemente inspirare con il naso gonfiando i polmoni ed espirare con la bocca mandando fuori tutta l’aria. Prima di tutto devo partire dalla base imparando a respirare bene, ma cosa ancora più importante devo imparare ad ascoltare il mio respiro e sentire come esso si adatta in base alle diverse situazioni. Degli esempi possono essere quando ci si trova in uno stato di agitazione, tranquillità, paura, tensione, prima di un esame, mentre stiamo svolgendo attività fisica, oppure quando siamo in uno stato di totale relax. Dobbiamo arrivare  sentire quando il respiro è regolare e fluido oppure se ci sono dei picchi dove si trattiene l’aria andando a creare delle tensioni. Se non si riesce a captare queste differenze non si arriverà alla possibilità di diventare padrone della propria respirazione.

Per prima cosa quindi andremo a dare un occhiata a quelli che sono i benefici che derivano da una respirazione cosciente.

Image result for respirare bene

Calmare la mente

È un fatto assodato che una profonda respirazione aiuta a calmare la mente. Avrai sicuramente notato che la tua respirazione cambia quando sei emozionato o nervoso, ma hai mai preso in considerazione quanto essa possa in realtà peggiorare facendosi superficiale o rapida, o diventi addirittura la prima causa di preoccupazioni ed ansia? La nostra vita fisica, mentale ed emotiva è legata alla

respirazione, e quindi dobbiamo osservarla tutta nel suo insieme.

Quando viviamo periodi prolungati di stress l’apparato respiratorio ne risulta pregiudicato, perché rispondiamo a questo stress trattenendo il respiro. Questo provoca un accumulo di anidride carbonica che induce stress nel sistema nervoso. Una delle priorità principali da avere è quella di trovare qualche minuto al giorno e concentrarsi solo ed  esclusivamente sul respiro, questa semplice azione aiuterà la mente a distendersi e rilassarsi ritrovando pace ed equilibrio.

Respirare bene calma il cervello

Da secoli si sostiene che il controllo della respirazione può calmare il cervello, ma solo di recente la scienza ha iniziato a scoprirne il funzionamento. Uno studio del 2016 si è imbattuto casualmente sul circuito neurale nel tronco cerebrale. Dopo averlo osservato si sono resi conto che è il cuore della connessione del controllo del respiro-cervello. Il circuito fa parte di quello che è stato definito il “pacemaker respiratorio” del cervello poiché esso può essere regolato dal ritmo respiratorio. La respirazione lenta e controllata diminuisce l’attività nel circuito. La respirazione veloce e irregolare invece aumenta l’attività. Di conseguenza tutti gli stati emotivi vengono influenzati. 

Depurazione del corpo

Quando espiriamo consentiamo al nostro corpo di eliminare le tossine.

Queste tossine si possono accumulare ad esempio con l’inspirazione e anche attraverso il nostro stile di vita. Il movimento e la respirazione stimolano il buon funzionamento del sistema linfatico. È il nostro sistema linfatico infatti il responsabile dell’eliminazione dei prodotti di scarto delle cellule.

Facendo delle respirazioni profonde rinvigoriamo di molto questo processo. Durante l’inspirazione, fegato e intestino vengono compressi e quando espiriamo vengono depressurizzati. Questo effetto pompa rivitalizza la circolazione venosa e libera le parti del corpo da sangue stagnante e le varie tossine. Di conseguenza, basta respirare bene per aumentare il flusso biliare.

Image result for depurare il corpo respirazione

Innalzamento della soglia del dolore

Solitamente la reazione istintiva che proviamo quando percepiamo il dolore è quella di contrarre il corpo trattenendo la respirazione. La cosa più efficace da fare però per aiutare il nostro corpo ad alleviare il dolore è quella di espirare profondamente. Ci si può aiutare visualizzando di portare il nostro respiro verso la parte del corpo che ci sta causando dolore. Uno dei casi più ecclatanti è quello di Wim Hof. Quest’uomo riesce a nuotare immerso nelle acque del Polo Nord. Il suo nome d’arte è l’uomo ghiaccio.

wim hof uomo ghiaccio

Migliorare la postura

Una scorretta postura è spesso correlata ad una scorretta respirazione. Praticare la respirazione profonda è un metodo che ci porta ad assumere una postura più corretta in modo del tutto naturale. Provare per credere. Se vuoi andare più a fondo leggi l’articolo sul Kryia Yoga.

Il ritmo respiratorio influenza la memoria

In uno studio del 2016 viene dimostrato per la prima volta che il ritmo del nostro respiro genera un’attività elettrica nel cervello, il che influenza il modo in cui ricordiamo. Le più grandi differenze erano legate al fatto che i partecipanti di questo studio stessero inalando o espirando e se respirassero attraverso il naso o la bocca. È stato dimostrato che l’inalazione era legata a un maggiore ricordo di volti impauriti, ma solo quando si inalava attraverso il naso. I partecipanti hanno anche riscontrato una capacità maggiore di ricordare durante l’inalazione.

I ricercatori suppongono che l’inalazione nasale provochi una maggiore attività elettrica nell’amigdala (epicentro emotivo del cervello) che migliora il ricordo di “stimoli paurosi”. L’inalazione risulterebbe legata anche una maggiore attività nell’ippocampo, la sede della memoria.

Ritrovare energia

Il respiro è una delle fonti della nostra energia e respirando in maniera profonda aumentiamo questo flusso. Con questa tecnica aumentiamo il flusso del sangue nel nostro organismo. Proprio secondo questo principio siamo in grado di percepire maggiore energia. Un validissimo aiuto per alleviare lo stress e nei casi di affaticamento.

Regolazione del peso corporeo

Respirare bene porta un maggior afflusso di ossigeno induce il corpo trasformare le riserve di grasso in energia per il nostro organismo invece di usare semplicemente gli zuccheri a nostra disposizione. Questo dato fà capire quando sia importante praticare qualsiasi tipo di sport.  Ovviamente la respirazione da sola ha un effetto limitato e deve essere in linea con un’alimentazione sana ed equilibrata.

In questo arrticolo propongo un oggetto che aiuta a respirare meglio quando siamo a casa. Un diffusore di oli essenziali, non è ovviamente equivalente a fare sport ma è comunque un gran aiuto. 

CLICCA QUI

1 commento su “I segreti della respirazione consapevole”

  1. Pingback: POLMONI: PUOI DISINTOSSICARE I POLMONI? - Living Deep Life

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: